Finalità

Statuto Sociale: Art. 3

Finalità e scopi

L’Associazione si propone:

–       di contribuire alla lotta internazionale contro la cultura della morte per la difesa della vita nella sua accezione più ampia, non solo della specie umana ma anche di tutte le altre specie vegetali e animali e dell’ambiente nella sua totalità, così costituendo un vero e proprio movimento umano per la liberazione dalla morte;

–       di contribuire alla ricerca, catalogazione, restauro, conservazione, difesa e valorizzazione del patrimonio artistico e culturale tangibile ed intangibile dell’umanità, attraverso lo sviluppo di opportune iniziative sociali e culturali e di attività di formazione, divulgazione e sensibilizzazione;

–       di conservare a futura memoria le opere minori dell’ingegno umano che spesso non vengono valorizzate nella giusta misura e che invece possono costituire la base per una migliore formazione intellettuale e per una più completa educazione dell’individuo di ogni età;

–       di rappresentare un punto di riferimento organizzativo, politico ed economico, per tutte quelle associazioni internazionali che operano come “Movimento Umano per la Liberazione dalla Morte” per la difesa della vita e delle opere dell’uomo e per lo sviluppo delle opportunità di dialogo, cooperazione e pace fra i popoli della terra.

Per il raggiungimento di tali scopi, l’Associazione potrà svolgere in Italia e all’estero, anche per conto di terzi siano essi pubblici o privati, attività quali:

–       partecipazione, organizzazione e gestione di seminari, convegni, simposi, conferenze, proiezione di filmati, concorsi nazionali e internazionali, eventi e rappresentazioni di carattere artistico e culturale;

–       promozione di contatti e scambi culturali con enti aventi finalità affini ed affiliazioni con enti e organizzazioni anche internazionali, purché non abbiano scopo di lucro;

–       promozione, progettazione, organizzazione, consulting e gestione, ad ogni livello, di corsi di formazione, specializzazione e aggiornamento in qualsiasi disciplina;

–       ricerca, documentazione, catalogazione, restauro, conservazione, valorizzazione, fruizione di oggetti artistici e culturali, reperti in genere, documentazioni fotografiche e di qualsiasi altro oggetto di valore non solo storico-artistico, ma anche affettivo;

–       ideazione, produzione, gestione e diffusione di documenti, manufatti, immagini, archivi, servizi informatici e quanto altro necessario per la conservazione e la fruizione degli stessi a mezzo stampa, oppure a mezzo Internet, satellite ed altri strumenti e sistemi elettronici;

–       organizzazione di reti per la ricerca, lo studio, la raccolta e la catalogazione, l’assemblaggio e la revisione, la redazione, la stampa e la diffusione, la conservazione e la fruizione, la valorizzazione e l’alienazione di diritti, l’acquisizione effettiva e virtuale, anche elettronica, di documenti, manufatti, immagini inerenti opere dell’ingegno umano;

–       redazione, stampa, diffusione e gestione di pubblicazioni, studi, riviste, ricerche, dispense di tipo educativo e socioculturale, audiovisivi, Cd-Rom, siti internet, riviste virtuali, etc. e gestione di relativi contratti pubblicitari e di sponsorizzazione;

–       stipula di accordi con enti e organizzazioni, governative e non governative, istituti di credito e fondazioni, associazioni di categoria, associazioni culturali e organizzazioni non lucrative di utilità sociale al fine di ottenere finanziamenti ed investimenti a favore dell’Associazione;

–       attività di formazione e consulenza per l’europrogettazione, finalizzata all’ottenimento di finanziamenti pro Associazione.

Il Consiglio Direttivo potrà assumere ogni iniziativa necessaria o utile per il raggiungimento delle finalità istituzionali, comprese le operazioni mobiliari e immobiliari e concorrere alle iniziative di altri organismi aventi oggetto analogo o connesso con quello dell’Associazione.

Scarica lo Statuto del 19 ottobre 1998 (16,2 Mb)